IT  |  EN

Musikàmera

domenica 27 maggio 2018 | h 20
lunedì 28 maggio 2018 | h 20

Pablo Barragán, Juan Pérez Floristán, Andrei Ioniță

Brahms: clarinetto, violoncello e pianoforte

Sale Apollinee | Teatro La Fenice

domenica 27 maggio 2018 | h 20
lunedì 28 maggio 2018 | h 20

Pablo Barragán, Juan Pérez Floristán, Andrei Ioniță

Brahms: clarinetto, violoncello e pianoforte

Sale Apollinee | Teatro La Fenice

Interpreti

Pablo Barragán clarinetto

Juan Pérez Floristán pianoforte

Andrei Ioniță violoncello

Programma

Johannes Brahms

Sonata n. 1 in fa minore per clarinetto e pianoforte op.120 (1894)

Sonata n. 2 in mi bemolle maggiore per clarinetto e pianoforte op.120 (1894)

--- 

Trio in la minore per clarinetto, violoncello e pianoforte op.114 (1891) 

 

Vendita biglietti dal 20 gennaio 2018.

Acquista il tuo biglietto

Informazioni

Biglietti numerati

  • Intero: € 25

  • Ridotto: € 15 (over 65, abbonati Teatro La Fenice)

  • Ridotto: €10 (under 30)

Il concerto sarà preceduto da una breve introduzione.

Pablo Barragan
Inizia a studiare clarinetto presso il Conservatorio di Siviglia con Antonio Salguero, poi si trasferisce alla Fondazione Barenboim-Said a Berlino con Matthias Glander e nel 2009 va a Basilea alla Basel Academy of Music dove frequenta le master class di François Benda, Martin Fröst, Charles Niedich and Dimitri Ashkenazy.
Entra nella West-Eastern Divan Orchestras sotto la direzione di Daniel Barenboim e inizia a collezionare importanti riconoscimenti come il Prix Credit Suisse Jeunes Solistes e l'invito al Lucerne Festival nel 2013, i premi alla Juventudes Musicales de España e all'European Music Competition for Youth (EMCY) nel 2011, all'ARD Music Competition nel 2012.
Si è esibito con orchestre quali la Sinfonieorchester Basel, l'Orquesta de Radiotelevision Española, la Slovak Chamber Orchestra, la Malaga Philharmonic Orchestra e con direttori come Clemens Schuldt, Adrian Pravaba and Gabriel Feltz.
Suona in varie formazioni cameristiche con il Goldmund Quartet, Maki Wiederkehr, Juan Pérez Floristán, Andrei Ioniţă e Viviane Hagner in festival come Lucerne Festival, Menuhin Festival Gstaad, Schleswig-Holstein Music Festival, Young Euroclassics Berlin e il Mecklenburg- Vorpommern Festival.


Juan Pérez Floristán
Dopo aver vinto il Primo Premio e il Premio del pubblico al Concorso pianistico "Paloma O'Shea" di Santander nel 2015, il Primo Premio al Berlin Steinway Competition nel 2015 e la Medaglia della Città di Siviglia, Juan Pérez Floristán è, alla giovane età di 24 anni, un modello fra le nuove generazioni di musicisti spagnoli ed europei.
Giovane pianista instancabile, in un breve arco di tempo ha debuttato nelle sale da concerto più prestigiose: Wigmore Hall di Londra, Herkulessaal di Monaco, St. Petersburg Philharmonic, Béla Bartók Hall a Budapest, Laeiszhalle ad Amburgo, Auditorio Nacional di Madrid e Auditori di Barcelona. Ha preso parte a festival come il Ruhr Klavier Festival, il Verbier Festival, il Sommets-Musicaux Festival di Gstaad (in Svizzera), Santander Festival, Granada Festival, Beethoven Festival di Varsavia.
Con un repertorio che comprende più di trenta concerti per pianoforte e orchestra e che spazia da Mozart a Prokofiev, è chiamato spesso ad esibirsi con orchestre spagnole quali l'Orchestra della RTVE, la Royal Symphony Orchestra di Siviglia, la Philharmonic Orchestra di Malaga, la Tenerife Symphony Orchestra, la Barcelona Orchestra, la Gran Canaria Philharmonic Orchestra, la Castilla y León Symphony Orchestra. Fra le orchestre europee ha collaborato con la BBC Philharmonic Orchestra, la St. Petersburg Symphony Orchestra, la Malmö Symphony Orchestra.


Andrei Ioniţă
Nato nel 1994 a Bucarest, inizia lo studio del pianoforte all'età di cinque anni. Tre anni dopo intraprende lo studio del violoncello che prosegue sotto la guida di Ani-Marie Paladi a Bucarest e poi di Jens Peter Maintz all'Universität der Künste Berlin.
Nel giugno 2014, collabora con Gidon Kremer e Christian Tetzlaff al Kronberg Academy’s Festival, e in pochi anni si esibisce nelle sale da concerto più prestigiose del mondo: Carnegie Hall, Cadogan Hall di Londra, Chamber Music Hall dei Berliner Philharmonie, Gasteig e Herkulesaal di Monaco. Nel 2015 debutta come solista con la Deutschen Symphonieorchester.
È vincitore di molti concorsi internazionali: primo premio all'Aram Kaciaturian International Competition; secondo premio e premio speciale per l'esecuzione di un brano commissionato all'International ARD Music Competition di Monaco; secondo premio al Grand Prix Emanuel Feuermann di Berlino nel 2014; primo premio all' International Ciaikovsky Competition di Mosca nel 2015.
Nella stagione 2016/17 debutta con la Tokyo Philharmonic Orchestra, la Czech Philharmonic Orchestra, la MDR Orchester e la Munich Philharmonic Orchestra. È stato scelto come BBC New Generation Artist dal 2016 al 2018 e nel 2016 ha vinto il Premio Luitpold come miglior giovane artista del Kissinger Sommer.

PROSSIMI EVENTI