IT  |  EN

Musikàmera

venerdì 5 luglio 2019 | h 20

András Schiff - Concerto straordinario

Teatro La Fenice | SALA GRANDE

venerdì 5 luglio 2019 | h 20

András Schiff - Concerto straordinario

Teatro La Fenice | SALA GRANDE

Interpreti

András Schiff pianoforte

Programma

Johann Sebastian Bach (1685-1750)
Sei Partite BWV 825-830

Acquista il tuo biglietto

Informazioni

Biglietti numerati

Platea, palchi centrali e palchi laterali posti di parapetto: € 60

Galleria e Loggione centrali: € 40

Scarsa visibilità: € 20

Solo ascolto: € 15

Ridotto (under 30): € 20 (galleria e loggione)

 

E' possibile acquistare i biglietti a tariffa ridotta alla biglietteria del Teatro la Fenice, nei punti vendita VeneziaUnica o attraverso il nostro CALL CENTER HELLOVENEZIA allo 041 2424.

Vendita biglietti dal 27 marzo 2019

András Schiff

András Schiff è nato a Budapest, Ungheria, nel 1953 ed ha iniziato a prendere lezioni di pianoforte all’età di cinque anni sotto la guida di Elisabeth Vadász. Successivamente ha continuato il suo percorso di studi presso l’Accademia “Ferenc Liszt” con i professori Pál Kadosa, György Kurtág e Ferenc Rados, e a Londra con il maestro George Malcolm.

Recital e l’esecuzione di straordinari cicli, fra cui i capolavori per pianoforte di J.S. Bach, Haydn, Mozart, Beethoven, Schubert, Chopin, Schumann e Bartók costituiscono una parte importante delle sue attività. Tra il 2004 e il 2009, ha eseguito il ciclo completo delle 32 Sonate per pianoforte di Beethoven in 20 città in tutti gli Stati Uniti e in Europa, un progetto registrato dal vivo presso la Tonhalle di Zurigo e distribuito in otto volumi da ECM New Series.

In questa stagione, la Carnegie Hall lo ha designato come uno dei suoi prestigiosi artisti Perspectives, e Schiff porrà la sua attenzione su Béla Bartók e sulla vibrante eredità lasciata dal compositore alla nativa Ungheria, con dodici programmi di concerto particolarmente interessanti. Caso unico di questa serie, sono molti i colleghi che si uniranno a Schiff - la maggior parte dei quali conosciuti fin dall’infanzia. In aggiunta a questi suoi compatrioti ungheresi, con Schiff collabora il Teatro delle Marionette di Salisburgo in due programmi - un progetto che nasce dal suo rapporto di amicizia con l’eccezionale burattinaio Philippe Brunner, con il quale Schiff aveva già collaborato quando il Brunner era appena dodicenne.

András Schiff si esibisce nel mese di ottobre con la Budapest Festival Orchestra e Iván Fischer, eseguendo tutti e tre i concerti per pianoforte di Bartók in due serate. Inoltre esegue negli Stati Uniti in anteprima un brano del suo insegnante di un tempo, di György Kurtág – oggi il principale compositore ungherese - e insegna a giovani musicisti in un seminario di formazione professionale tutto concentrato sulla musica di Bach e Bartók. Il maestro Schiff celebra il folclore del suo patrimonio musicale ungherese con il gruppo “Muzsikás”, e in un recital con il baritono Christian Gerhaher. Ha anche eseguito in prima assoluta un lavoro di Jörg Widmann, commissionato dalla Carnegie Hall, partecipa a un concerto di musica da camera presentando altri pezzi del compositore tedesco, e conclude la serie con il Teatro delle Marionette di Salisburgo, quando collabora con questa istituzione per La Boîte à Joujoux di Debussy – una rappresentazione creata appositamente per Schiff dal Teatro delle Marionette di Salisburgo.

Ulteriori impegni nel Nord America includono le esibizioni con la Budapest Festival Orchestra al Kennedy Center, con il Teatro delle Marionette di Salisburgo a Princeton, e recital con il baritono Gerhaher a Filadelfia, Vancouver e Toronto. Schiff sarà protagonista come solista in recital a Filadelfia, Boulder, Berkeley, e Napa, California. Futuri impegni nel Nord America si concentreranno su un progetto dedicato a Johann Sebastian Bach, da eseguirsi in due stagioni.

András Schiff ha collaborato con orchestre internazionali e direttori d’orchestra fra i più prestigiosi, ma attualmente si esibisce di preferenza come direttore e solista. Nel 1999, Schiff ha creato una sua orchestra da camera, la Cappella Andrea Barca, composta da solisti internazionali, musicisti da camera e amici intimi. Oltre a lavorare annualmente con questa orchestra, co-opera anche ogni anno con la Philharmonia Orchestra di Londra e l’Orchestra da camera di Europa.

Fin da bambino, András Schiff ha avuto sempre piacere di eseguire musica da camera, e dal 1989 fino al 1998 è stato direttore artistico del festival di musica da camera “Musiktage Mondsee”, nei pressi di Salisburgo, con riconoscimenti di eccellenza a livello internazionale.
Nel 1995, insieme a Heinz Holliger, ha fondato gli “Ittinger Pfingstkonzerte” in Kartause Ittingen, in Svizzera. Nel 1998, il maestro Schiff ha iniziato una serie simile, dal titolo “Omaggio a Palladio”, al Teatro Olimpico di Vicenza. Dal 2004 al 2007 è stato Artist in residence del Kunstfest Weimar. Nella stagione 2007-2008 è stato Pianist in residence della Filarmonica di Berlino.

András Schiff ha prodotto una copiosa discografia, tra cui registrazioni per la London / Decca (1981-1994), Teldec (1994-1997) e, dal 1997, per la ECM New Series. Le registrazioni per la ECM includono l’intera musica per pianoforte solista di Beethoven e di Janácek, un disco come solista di brani per pianoforte di Schumann, le Partite di Bach e la sua seconda registrazione delle Variazioni Goldberg di Bach. Per le sue registrazioni, ha ricevuto diversi premi internazionali, tra cui due Grammy Awards come “miglior solista strumentale classico (senza orchestra)” per le Suites inglesi di Bach, e come la “migliore registrazione vocale” per Schwanengesang di Schubert con il tenore Peter Schreier, e nel 2007, in occasione del 49.esimo Annual Grammy Awards, è stato premiato per il “miglior album classico (senza orchestra)” per il secondo volume della sua serie completa di Sonate di Beethoven registrata per la ECM. Un disco “tutto Schumann” è previsto per questo autunno 2011.

András Schiff ha ricevuto numerosi premi internazionali, più di recente il Premio Schumann 2011 assegnatogli dalla città di Zwickau. Nel 2006 è divenuto membro onorario della “Casa Beethoven” a Bonn, in riconoscimento delle sue interpretazioni delle opere di Beethoven; nel 2007 ha ricevuto il prestigioso premio italiano, il “Premio della critica musicale Franco Abbiati”, conferitogli per il suo ciclo di sonate per pianoforte di Beethoven. Sempre nel 2007, ha ricevuto “The Royal Academy of Music Bach Prize”, promosso dalla Fondazione Kohn - un premio annuale per un artista o uno studioso che ha dato uno straordinario contributo con le esecuzioni e/o lo studio scientifico delle opere di Johann Sebastian Bach; nel 2008, ha ricevuto la “Wigmore Hall Medal” in apprezzamento di 30 anni di esibizioni alla Wigmore Hall. Nel 2009 gli è stato conferito il “Klavier-Festival Ruhr Premio” per gli straordinari successi pianistici e per onorare il lavoro di tutta una vita come pianista.

Nel 2006, András Schiff e le edizioni musicali G. Henle hanno dato inizio ad un importante progetto editoriale su opere di Mozart. Nel corso dei prossimi anni verrà pubblicata l’edizione completa dei Concerti per pianoforte di Mozart nella loro versione originale, a cui Schiff sta contribuendo per le sezioni pianistiche, le diteggiature e le cadenze, quando le cadenze originali sono mancanti. Nel 2007, entrambi i volumi del “Clavicembalo ben temperato” sono stati editi nel testo originale di Henle, con diteggiature di Schiff.

András Schiff è stato nominato Professore Onorario dalle Scuole di Musica di Budapest, Detmold e Monaco di Baviera, e membro speciale aggiunto del Balliol College (Oxford, Gran Bretagna). Nel 2001, il maestro Schiff ha conseguito la cittadinanza britannica, risiede a Firenze e a Londra, ed è sposato con la violinista Yuuko Shiokawa.

PROSSIMI EVENTI